L’acqua nella giusta quantità, una buona miscela di caffè macinato raccolto spesso nella punta del cucchiaino e posato in adeguata misura sul serbatoio della caffettiera, senza premere troppo. Poi la chiusura stretta, l’accensione del fornello, rigorosamente a fuoco lento e l’attesa. L’attesa. Infine il gorgoglìo, e l’inconfondibile aroma che si propagava per tutta la casa.